Qualche suggerimento per quando riapriremo i punti vendita dopo il lockdown


Tra pochi giorni ci sarà l’opportunità di poter riaprire i nostri punti vendita.

Ci troveremo di fronte diverse problematiche a seconda dei generi commerciali e delle varie tipologie di attività.
Alla riapertura dovremo fare conto con diversi aspetti, primo la SICUREZZA del nostro punto vendita.
Questo per me risulta il primo aspetto, il più importante.

Dovremo prevedere di mettere in condizioni i nostri potenziali clienti a fare gli acquisti in massima sicurezza. Una super igienizzazione sarà fondamentale.
Il cliente si dovrà sentire protetto e muoversi in piena tranquillità all’interno del nostro negozio, altrimenti non potrà assolutamente concludere l’acquisto.
In alcuni casi dovremmo munirci di barriere in policarbonato para fiato (anti covid 19) assolutamente necessarie per poter dare una maggior sicurezza.

Seconda cosa importante: bisognerà studiare il più possibile la vetrina rendendola accattivante e stimolante per far sì che il cliente desideri il più possibile entrare a fare shopping.
Dovremo considerare la situazione personale di ogni pv, quindi decidere se fare i saldi a Giugno Luglio o Settembre o non farli proprio.
Questo aspetto va analizzato caso per caso, anche a seconda degli sviluppi globali futuri. In alcuni casi il rallentamento può portare dei benefici.

Dovremo tenere presente il portafoglio dei clienti che potranno da un punto di vista dare sfogo nuovamente alle spese non essenziali, ma saranno diventati più attenti. Ci sarà quindi bisogno di uno sforzo maggiore nella gestione del cliente.

Il visual merchandising sarà determinante, molto di più di quanto utilizzato fino adesso. Tutti i pv da ora in poi dovranno disporre la merce a seconda del proprio layout con una pianificazione dell’interno.
Quindi la rotazione e la disposizione del prodotto dovrà seguire la comunicazione del punto vendita per dare valore all’esperienza del cliente.
Un’analisi per ridisegnare nuovi concept.
Il pv dovrà assolutamente utilizzare una vendita multisensoriale attraverso la comunicazione visiva, tattile, olfattiva, uditiva e attraverso nuove tracce ambientali.

Sarà importantissimo nell’ambito retail e visual il dominio del VISIBILE.
UNA CONTINUA STIMOLAZIONE DELLE PERCEZIONI DEI CLIENTI.
Il pv di frequente non riesce a trasmettere segnali chiari e coerenti che, quindi, risultano spesso confusi e scarsamente comprensibili.
L’attenzione all’ambientazione espositiva, i rapporti di comunicazione tra distributore e cliente dovranno essere chiarissimi, a partire dall’esterno fino ad arrivare al momento conclusivo e della potenziale vendita.

Per garantire una shopping experience dovremo fare molti sacrifici in quanto almeno per i primi mesi la gestione degli spazi e dell’esposizione del percorso delle vetrine sarà fondamentale: un’evoluzione su diversi aspetti commerciali.
La nostra vetrina e il nostro negozio saranno come un catalogo on-line.
Oggi più che mai il visual merchandising è l’essenza stessa della comunicazione sul punto vendita.

Ci vorranno parecchi mesi in quanto ci mancheranno tutti i turisti.
Finchè non torneranno i voli intercontinentali la situazione sarà esclusivamente basata su un traffico di afflussi interno ai negozi di clientela nazionale. Un grande stravolgimento e sicuramente una grande perdita di fatturato.
Speriamo che questo fattore di diminuzione di entrate sia preso in considerazione dai nostri politici, mettendo in atto forme nuove di tassazione per poter venir incontro alle perdite delle nostre attività che avranno nei prossimi anni per grosse difficoltà economiche.
Il negozio fisico gioca ancora un ruolo di rilievo e reggerà sicuramente alla sfida digitale in quanto attiva tutti i nostri sensi e coinvolge in modo unico ed esclusivo .

Ma alla fine il miglior modo per predire il futuro è crearlo (Abraham Lincoln)

Roberto Comeri

È IL TUO MOMENTO.

Esprimi il tuo potenziale
con i servizi di visual merchandising di Roberto Comeri.